Auguri per il 2014

Happy-New-Year-2014-Wallpapers1

Dopo centinaia di anni di scarsa sensibilità, in cui hanno avuto la meglio luoghi comuni e falsi miti, dall’inizio del 2011 la consapevolezza degli enormi vantaggi dell’alimentazione a base vegetale ha subito una forte e improvvisa accelerazione.

Grazie al lavoro di divulgazione, ai più recenti studi scientifici a sostegno delle tesi vegane e vegetariane e ad un sempre più diffuso movimento in difesa dei diritti degli animali, la cultura del carnismo e delle sue nefaste conseguenze sulla salute, l’ambiente e l’economia, ha iniziato il suo declino! Il mio augurio per il 2014 è che si possa triplicare questa forza, e che presto si possa avere in Italia una legge che garantisca l’opzione vegana salutista in scuole, ospedali, mense aziendali e in tutti i luoghi pubblici di ristorazione. Sarebbe un “piccolo” ma significativo passo avanti.

Mi auguro inoltre che la sensibilità verso i nostri amici animali da parte degli uomini diventi tale e tanta che un giorno si possa pensare di vivere su questo Pianeta in Armonia senza violenza e sfruttamento di nessuna razza animale, umana e non umana. Nel mondo ci sono attualmente più di 50 conflitti armati in cui muoiono centinaia di migliaia di esseri umani. Nel mondo oggi soffrono la fame circa 1 miliardo di persone. Nel mondo ogni anno si uccidono e si macellano per soddisfare un macabro gusto miliardi di animali. Milioni di animali vengono poi “sacrificati” nella sperimentazione animale che ancora oggi molti pensano sia indispensabile alla ricerca per la creazione di nuovi farmaci e terapie, ignorando la nuda e cruda realtà: la sperimentazione animale non è mai stata scientificamente provata come utile o necessaria. MAI!

Tutto questo scorrere di sangue e di sofferenza è il risultato di una logica violenta che abbiamo in una parte del nostro DNA ma che possiamo sublimare con la crescita della coscienza e della consapevolezza, attingendo a quelle parti di noi che invece hanno un debole per l’amore, la dolcezza, il rispetto, la giustizia, la comprensione, la solidarietà, la gioia, lo sviluppo di una intelligenza altruistica e non egoica e materiale.

Questa Utopia potrà diventare realtà a patto che sapremo cambiare il modo di pensare e agire con la comprensione e l’amore e non con l’ignoranza e l’odio (anche se a volte la rabbia per l’ingiustizia certe cose te la tirano proprio fuori). Inoltre tutto ciò sarà possibile se sapremo diventare più biocentrici e meno antropocentrici nel nostro guardare ala vita.

Un grosso ringraziamento va a chi ha avuto o avrà la motivazione e il coraggio di cambiare le proprie vecchie abitudini in direzione di un nuovo stile di vita più consono al sentire della propria coscienza.

Con affetto
Dr. Michele Riefoli

Rispondi