I-Care Italia

rIcerCARE
I- Care, per la tutela della salute umana, dalla parte della ricerca medico scientifica tecnologicamente avanzata di rilevanza umana

I Care,International Center for Alternatives in Research and Education – Centro Internazionale per le Alternative nella Ricerca e nella Didattica,segue progetti a livello internazionale per promuovere metodi di ricerca scientifica tecnologicamente avanzati.

I Care,infatti,reputa inaccettabile che si continui a sprecare tempo e denaro pubblico in studi su animali: studiare una specie diversa da quella umana e in condizioni artificiali è un grossolano errore metodologico,che non conduce a nulla ostacolando il progresso scientifico.

Ogni specie animale è biologicamente,fisiologicamente,geneticamente,anatomicamente molto differente dalle altre e le estrapolazioni dei dati tra una specie e l’altra sono impossibili.

E’ ormai indispensabile per tutelare la salute umana cambiare modello di riferimento per la ricerca investendo tutte le risorse su una ricerca medico – scientifica tecnologicamente avanzata di rilevanza umana.

Pertanto,ha creato una raccolta firme per richiedere al Governo di dare priorità,nei finanziamenti alla ricerca,a metodi di ricerca moderni e tecnologicamente avanzati di rilevanza umana per tutte quelle sperimentazioni non obbligatorie da normative internazionali e al Parlamento Europeo di velocizzare le procedure di sostituzione dell’uso di animali con metodi alternativi tecnologicamente avanzati di rilevanza umana per tutte le sperimentazioni obbligatorie in base a normative europee o internazionali.

Inoltre,raccoglie fondi attraverso la vendita dei ciondoli della collezione dei gioielli “I Cuccioli” (www.collezioneicuccioli.it) e dei gadgets I-Care (t-shirt, shopper,calendari).

Nel mese di Settembre 2014,grazie ai fondi raccolti finora, ha organizzato il primo corso in Italia sui metodi di ricerca tecnologicamente avanzati di rilevanza umana presso l’università di Genova condotto dalla Dott.ssa Susanna Penco,ricercatrice affetta da sclerosi multipla.

http://www.unige.it/notizie/documents/locandina

La raccolta fondi prosegue per finanziare e organizzare nuovi corsi di aggiornamento diretti a specialisti del settore sui metodi di ricerca tecnologicamente avanzati di rilevanza umana,creare progetti per la didattica universitaria senza l’impiego di animali,sviluppare progetti scientifici per importare sul territorio nazionale procedure di simulazione metabolica,banche di tessuti umani,colture cellulari senza siero animale,metodi 3D in vitro,procedure informatiche Q-SAR per analisi tossicologiche e identificazione di nuovi farmaci.

I cittadini che desiderano sostenere la ricerca avanzata, predittiva e specie-specifica per l’uomo possono recarsi ai tavoli rIcerCARE organizzati in tutta Italia nelle giornate indicate sulla pagina I Care della propria regione per firmare la petizione diretta al Governo e contribuire con una donazione.

Contatti I-Care Italia:

Sito: www.italia-senza-vivisezione.org

Email: info@icare-italia.org

Pagina Nazionale Facebook:  https://www.facebook.com/ICareItalia?fref=ts  

Pagine Regionali Facebook:

Emilia Romagna

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Emilia-Romagna/412064648937883?fref=ts

Friuli Venezia Giulia

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-FVG/820856811274299?fref=ts

Lazio

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Lazio/855597987806209?fref=ts

Lombardia

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Lombardia/713225135437787?fref=ts

Marche

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Marche/273186726181340?fref=ts

Puglia

https://www.facebook.com/pages/Italia-Senza-Vivisezione-Puglia/738500999537473?fref=ts

Sicilia

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Sicilia/530129573783835?fref=ts

Toscana

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Toscana/1449202005313881?fref=ts

Umbria

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Umbria/1395746190690619?fref=ts

Veneto

https://www.facebook.com/pages/Italia-SENZA-Vivisezione-Veneto/276195912538114?fref=ts

Rispondi