Archivi categoria: Attivismo

Ricatto in Atto… se non paghi… il Riscatto

10940553_902737699761077_4000995520124352711_n

Martedì 24 febbraio – Oasi della Pace ‘La Belle Verte’
Località Valle Barca – Via Celina Fodale Boccardo- Cascina Camporotondo 102, Voltaggio

Sono ormai due anni e due mesi che ci prendiamo cura di alcuni tra i pochissimi fortunati che siamo riusciti a sottrarre dallo sfruttamento dalla reclusione e dall’ uccisione da parte di altri individui della nostra stessa specie.

Lo facciamo con grande passione , grandi sacrifici e profonda coerenza . La prima addolcisce il peso della seconda…la seconda alimenta la terza.

Ma ci sono ostacoli oggettivi da cui non possiamo sottrarci. Il primo della lunga lista e’ il più duro e potente e lo si può rappresentare proprio come il cemento che una piantina piano piano ogni giorno cerca di sgretolare….dolcemente… alla ricerca dell aria del sole…della possibilità di fiorire.
Questo ostacolo è un insieme di organizzazioni gestite da persone che parlano di benessere animale e di salute pubblica e che hanno una concezione variabile e lontana dalla realtà di entrambe le cose: parlo delle ISTITUZIONI.

Sono qui a dirvi che DUE anni fa i veterinari dell ASL di Acqui Terme, sotto segnalazione della Polizia Municipale di Montechiaro d’ Acqui e dopo una perquisizione autorizzata notturna e senza esito alla ricerca di armi ed esplosivi, hanno sanzionato la associazione Oasi della Pace ” La Belle Verte”
per la detenzione non dichiarata di….. due vitelli e tre caprette per una cifra di duemilacinquecento euro!!!!!!!!. .

Mi permetto di precisare che suddette sanzioni hanno lo scopo di tutelare la salute pubblica…..e che però i nostri animali non andranno mai sul piatto di nessuno per STATUTO depositato.
Quindi che scopo ha una sanzione del genere ?

…e soprattutto tenendo conto che non c’ erano altri animali cosiddetti da reddito (solo alcune galline cani e gatti) e che quindi non sono nati presso l Oasi come dei carciofi selvatici c è un altra domanda importante da porsi : ma cosa ci facevano in giro vitelli e capre senza marca auricolare se le asl fanno tutti questi…..controlli ?…..ed infine….dove sarebbero finiti mettendo a rischio la famigerata salute pubblica se non li avessimo accolti noi?.

Questo è l ottusità del meccanismo istituzionale che ti costringe ad iscrivere gli animali di cui ti prendi cura o come DA INGRASSO…o DA LATTE..o DA CARNE…e nient altro…. perchè il software in dotazione all asl è stato programmato senza prevedere che vuoi solo …aiutarli…proteggerli…conoscerli…vivere in loro compagnia volendogli veramente bene come solo un cane o un gatto sono degni secondo loro di essere…pensati….sentiti.

Nel frattempo non ci siamo scoraggiati e l Oasi come un enorme tartaruga si è spostata e ha ospitato su di Sè altri cuccioloni di varie specie…pecore asini..suini conigli…..galli….tutti sottratti alla mano severa del boia. Il peso è appena sostenibile per la giovane tartaruga…e questa assurda sanzione
destabilizza fortemente il precario equilibrio sempre a rischio di finire rovesciata sul guscio.

Il pericolo più grosso è che se l associazione non verserà la cifra nelle casse dell asl in dieci comode rate da duecentocinquanta euro l una, l istituzione a partire da questo mese, si potrà rivalere direttamente sugli ospiti dell Oasi proprio perchè essendo considerati Animali da Reddito sono solo STRUMENTI ..OGGETTI…come trattori e capannoni…che esistono solo allo scopo di creare REDDITO.

Ma ironia della sorte nel nostro caso non è così..ma semmai l opposto. IL RISCHIO é CHE LI SEQUESTRINO PER VENDERLI e comincino a pignorare i beni personali degli associati. Quest associazione è no-profit, si sorregge solo attraverso il volontariato ed è regolarmente iscritta all albo delle ass ONLUS.

Dai verbali delle sanzioni sono stati cancellati i dati del Presidente per motivi interni all’associazione .
Si possono vedere sulle note della Pagina dell’Oasi.

SE VUOI AIUTARCI PUOI DARE UN LIBERISSIMO CONTRIBUTO ANCHE MINIMO
IBAN IT83 M076 0101 4000 0101 6954 552
oppure collegandoti sul nostro sito puoi inviare un contributo con PayPal
o condividere ……. GRAZIE.

Oasi della Pace ‘La Belle Verte’
www.lanonfattoria.org

Pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1594550207433836/?notif_t=plan_user_invited

Aiutaci a recintare il rifugio The Green Place

 10906112_783186668424974_9165037096290829347_n

Via dell’Umiltà 4409 Nepi (VT)

Il The Green Place è un santuario per animali liberati dal dominio e dallo sfruttamento umano, è quindi un rifugio nato per restituire l’individualità ad ogni essere, un luogo necessario, per garantire a tutti gli individui oppressi, di poter vivere in libertà e in pace, senza secondi fini.

Ciao amica/o,
The Green Place si trova in questo momento di fronte ad una sfida economica importante: costruire una palizzata che recinti completamente il santuario, in modo da gestire con maggiore serenità la libertà degli oramai quasi 100 abitanti.

La soluzione è acquistare centinaia di metri di rete perimetrale e, con l’aiuto di una ditta specializzata, installare il recinto di perimetro mancante.

Ecco le spese che dovremo sostenere:
– 650 pali in legno da 250 cm
– 500 metri di rete metallica anodizzata da 200 cm a maglie piccole
– 1000 metri di filo spinato da posizionare sul lato superiore ed inferiore della rete
– 20 kg di chiodi a legno

Il lavoro prevede la rimozione della rete esistente, la pulitura del terreno perimetrale propedeutica ai lavori, la trivellazione a terra per inserire i pali in legno e l’installazione della rete perimetrale. Tutto il lavoro lo affideremo ad una ditta già contattata per assicurarci il migliore risultato.

IL TOTALE DELLA SPESA è di circa euro 9800,00
(a breve pubblicheremo degli aggiornamenti)

Basterebbe che ogni nostro follower rinunciasse a 5 caffè al bar e la sfida sarebbe vinta!

Data conclusione raccolta donazioni: 28 febbraio 2015.

Data previsionale* inizio lavori: 15 marzo 2015
Data previsionale* fine lavori: 15 aprile 2015

*previsionale perché speriamo di raccogliere la cifra entro la fine dei lavori

Durante la fase di raccolta pubblicheremo man mano l’elenco donazioni e donatori.

Puoi mandarci il tuo aiuto inviandoci denaro con i sistemi sotto indicati.

RICARICA POSTE PAY
intestata a Biondi Giuliano
numero carta: 5333 1710 0436 8789
CF: BNDGLN45P04H501L
E’ possibile ricaricare presso gli uffici postali, agli sportelli ATM

Postamat o presso le Ricevitorie Sisal e tabaccherie convenzionate al servizio Banca ITB oppure se sei titolare di un conto online BPM.

BONIFICO BANCARIO
iban: IT61A0760105138224667824669
intestato a Biondi Giuliano
causale: recintiamo il rifugio

PAYPAL
inviando comodamente denaro sulla nostra mail
[email protected]
Per procedere vai sul sito @[NjQyMTgzOTU5MjA4MTA3Omh0
dHBzXGEvL3d3dy5wYXlwYWwuY29tL2l0L2hvbWU6Og==:
https://www.paypal.com/it/home]

Grazie di cuore.

The Green Place
Animali tra gli altri animali.

Per informazioni chiama
il 3240857359

Pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1401040580193684/

STOP pellicce #IoStoConIVisoni – VideoMob

10409001_874668075885539_7078490542552195409_n

LA PRIMA VIDEO.MOB EFFETTUATA IN ITALIA
Domenica 23 novembre, alle ore 16.00 – Milano

Domenica 23 novembre abbiamo progettato una singolare e unica protesta nel centro di Milano. Vogliamo portare nella città della moda il desiderio di milioni di animali uccisi per farne pellicce.

Abbiamo bisogno di tante persone per dare visibilità a questa iniziativa, persone che ci mettano il cuore e che vogliano dire #IoStoConIVisoni
Più siamo e più saremo visibili, impossibili da ignorare.

Per partecipare e avere tutte le informazioni necessarie compila il form a questa pagina:  http://bit.ly/form-partecipazione

LA CAMPAGNA VISONI LIBERI
Torna l’inverno e si torna a parlare di pellicce che spuntano nei negozi, simbolo di una moda crudele. Ma i visoni negli allevamenti sono prigionieri tutto l’anno, chiusi in gabbie minuscole dove impazziscono, in attesa di una morte nelle camere a gas. Sono circa 200.000 solo negli allevamenti italiani.

Quello che vogliamo per loro non sono gabbie più grandi e metodi più umani di ucciderli. Quello che vogliamo è l’ABOLIZIONE di questi allevamenti e la loro chiusura definitiva, come già accaduto in 6 paesi europei. Una proposta di legge in tal senso è stata presentata al Parlamento e l’85,5% degli italiani si dimostra favorevole alla sua approvazione, ma nonostante ciò è ancora chiusa in un cassetto delle Commissioni preposte di Camera e Senato.

Dopo aver filmato e diffuso per la prima volta la vita e la morte dei visoni negli allevamenti italiani abbiamo lanciato la campagna VISONI LIBERI www.VisoniLiberi.org.
Come hanno dimostrato mille altre battaglie ciò che porta al risultato voluto sono la determinazione, la perseveranza e la giusta strategia.

Noi siamo disposti a lottare a lungo per porre fine a questa pratica e a farlo in mille modi diversi. E tu?

Evento Facebook
https://www.facebook.com/events/710328812385121/?notif_t=plan_user_invited

Corteo Nazionale contro le pellicce

10514764_10202633045962651_5951994634978325252_n

Pavia – Sabato 18 ottobre, alle ore 15.00
Ponte Coperto di Pavia, Strada nouva No 18, 27100 Pavia

Associazione Animalisti e La loro Voce – Cani Sciolti , organizzano un corteo nazionale contro le pellicce.

Appuntamento sabato 18 ottobre 2014 alle 15.00 al Ponte Coperto di Pavia.

Arriveremo davanti la pellicceria ANNABELLA.

Per maggiori informazioni, per organizzare pullman dalle varie città, chiama:
Animalisti allo 3806323851
oppure invia una mail a : [email protected] 

AVVISO IMPORTANTE:
E’ VIETATA QUALUNQUE FORMA DI VIOLENZA I TRASGRESSORI SARANNO ALLONTANATI DALLE FORZE DELL’ORDINE.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/328667240627799/?ref_dashboard_filter=upcoming 

Corteo contro la vivisezione e lo Stabulario di Ferrara

no stabulario ferrara

 

Sabato 11 ottobre, alle ore 14.30 – Ferrara

corteo contro vivisezione

 

 

 

Sabato 11 ottobre alle ore 14.30 avrà luogo a Ferrara un corteo pacifico e apolitico contro la sperimentazione animale e contro lo stabulario dell’Università di Ferrara.

Presso il polo chimico-biomedico dell’Università è in corso la realizzazione di nuovi laboratori di vivisezione, i lavori sono stati finanziati attraverso 1.965.962,19 € di fondi pubblici stanziati dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Por Fesr, Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013.

All’Università di Ferrara gli animali vengono utilizzati a scopo di ricerca soprattutto negli ambiti delle neuroscienze e della farmacologia, in esperimenti tanto inutili quanto crudeli, anche senza anestesia.
Invitiamo i volontari e le associazioni a partecipare alla protesta per dire NO alla sperimentazione animale!

Chiediamo ricerca etica, senza animali: per il benessere degli stessi, ma anche per il progresso scientifico e per la tutela della salute pubblica e dell’ambiente.

Al termine del corteo vi sarà una conferenza tenuta dal Dott. Massimo Tettamanti, chimico ambientale e Responsabile Legale del progetto Italia Senza Vivisezione, e dalla Dott.ssa Susanna Penco, biologa ricercatrice presso Università di Genova, vincitrice del Premio DNA 2013.

AIUTACI, ADERISCI CON LA TUA ASSOCIAZIONE AL CORTEO inviando una mail all’indirizzo:
[email protected]

Firma la PETIZIONE di protesta su
https://www.change.org/petitions/unife-no-nuovo-stabulario-a-ferrara-no-new-animal-facility-in-ferrara-italy
——–
Evento Facebook
https://www.facebook.com/events/1636803186545901/?notif_t=plan_user_invited

Corteo Nazionale per la liberazione dei macachi dell’Università di Modena

corteo nazionale per i macachi

Sabato 28 giugno alle ore 15.00
Largo S. Agostino, Modena

Una dozzina di macachi sono vittime da anni della sperimentazione animale all’interno dell’Università di Modena. A loro è stata impedita la possibilità di vivere nel proprio habitat e sono costretti ad un’esistenza innaturale in un ambiente asettico e ad essere sottoposti a sperimentazioni invasive e dolorose.

Due anni fa Yuri, un cucciolo di un solo anno di vita, fu liberato da quei luoghi e portato in un centro di recupero dove sta oggi assaporando una qualità di vita migliore e soprattutto priva di violenza. L’università all’epoca si impegnò a non prendere altri macachi per sostituire Yuri e si sperava fosse quindi l’inizio della fine di queste terribili sperimentazioni.

Purtroppo a oggi i macachi a Modena sono ancora vittime della ricerca, per questo chiediamo con forza che, senza aspettare altro tempo, i macachi prigionieri della sperimentazione all’Università di Modena e Reggio Emilia siano immediatamente liberati e portati in un centro di recupero adeguato che possa garantire loro una riabilitazione psicofisica e una condizione di vita dignitosa.

Solo con la voce di tutti otterremo la loro libertà, unisciti al corteo!

Al corteo aderiscono:

Animal Amnesty
AnimAnimale
LAV MODENA – Lega Anti Vivisezione – Sede Territoriale di Modena
Oipa Modena e provincia
Animal Defenders
ZOE associazione
E.N.P.A. Parma

per aggiungere la propria adesione scrivere a
[email protected]

Volantino
https://dl.dropboxusercontent.com/u/4556228/volantinoA6Modena.pdf

Locandina
https://dl.dropboxusercontent.com/u/4556228/macachimodena.pdf

Pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1497117480500666/? ref_dashboard_filter=upcoming&suggestsessionid=5ca9b23f4db03abd983ea84d2f3c1f9a

Corteo Nazionale Diritti Animali

10306320_681957735207578_9202194063091887801_n

COMUNICATO STAMPA – Animalisti Onlus e Cani Sciolti
MILANO – SABATO 21 GIUGNO – CORTEO NAZIONALE DIRITTI ANIMALI
Largo Cairoli – ore 14:00

Gli animali, tutti, non sono oggetti alla mercé dell’uomo, bensì sono esseri senzienti dotati di anima e come tali degni di vivere la loro vita in piena libertà.

Da troppo tempo ormai si sfruttano gli Animali, molto spesso gli abusi vengono perpetrati solo per il mero divertimento umano, questo al giorno d’oggi non è più accettabile.

Le leggi italiane ed europee, devono prevedere la difesa di tutti gli Animali dai soprusi degli umani, per questo è necessaria una mobilitazione nazionale, perché la gente sappia le atrocità che vengono giornalmente inflitte ad esseri senzienti e indifesi.
Sabato 21 giugno si terrà a Milano un corteo nazionale per far sentire la voce di tutti i nostri fratelli Animali, anche e soprattutto di quelli condannati in nome di alimentazione, abbigliamento, caccia, circhi, zoo, sperimentazione, ed ovunque ancora ci siano sfruttamento, prigionia e morte.

Sono invitati tutti i nostri amici animali, e cittadini, gruppi ed associazioni che vogliano manifestare in nome dell’amore e dell’empatia verso i nostri Fratelli Animali!

Per info:
[email protected] – +39.380.632.3851

PastedGraphic-1