Archivi categoria: Libri

Alimentazione vegetariana e vegana per sportivi

materiale_016

E’ da poco disponibile in libreria il libro:
Alimentazione vegetariana e vegana per sportivi

Questo libro fornisce informazioni teoriche e pratiche sulle diete vegetariane e l’esercizio fisico, basate fortemente sulla ricerca scientifica. L’obiettivo è incoraggiare chi desidera approcciarsi a questo tipo di alimentazione ma teme conseguenze negative (inesistenti!) sulla salute e sulla prestazione sportiva.

Il testo si rivolge al lettore indipendentemente dal livello di attività fisica praticata, tentando di rispondere alle esigenze di sportivi, ma anche di persone sedentarie.

Il libro accompagna il lettore nella:

Conoscenza dei benefici per la salute delle diete vegetariane.
Scoperta degli adattamenti e delle strategie da mettere in atto per trarre il massimo dalla dieta vegetariana nella pratica sportiva.
Pianificazione della propria dieta secondo il tipo e il livello di attività fisica di ciascuno.
“Dalla teoria alla pratica” è l’ultimo capitolo, dedicato alla proposta di sedute di allenamento (diversificate per tipologia di attività e per livello di fitness) abbinate a menù giornalieri vegetariani e vegani, utilizzabili come valido spunto per programmare la dieta con facilità e immediatezza.

Gli autori:

Francesca Bicocca è dietista e laureata in Scienze Motorie. Si avvale della doppia formazione come esperta in personal life coaching. Ha curato gli argomenti relativi all’alimentazione.

Matteo Vandoni è ricercatore universitario e responsabile scientifico del Laboratorio di Attività Motoria Adattata (LAMA) presso l’Università di Pavia. Ha curato la parte relativa all’esercizio fisico.

Il libro è disponibile nelle librerie oppure si può ordinare online.
Vai alla scheda del libro per ordinarlo online

Buona lettura,
la Redazione di SSNV

Il piatto Veg_Mamy

materiale_015

E’ appena uscito, fresco di stampa, il libro:
Il piatto Veg_Mamy

La dieta vegetariana per la mamma e il suo piccolo: per dimostrare come un’alimentazione 100% vegetale sia la migliore anche nelle fasi della vita che comprendono gravidanza, allattamento, divezzamento.

Ogni donna che inizia la maternità deve conoscere bene i diversi meccanismi biofisici messi in moto dallo sviluppo di un nuovo essere dentro il proprio corpo e cosa deve fare per prendersi cura di sé e del proprio bambino.

A questa esigenza hanno pensato un ostetrico-ginecologo gentile e di grande esperienza, Roberto Fraioli, un medico nutrizionista esperto in alimentazione vegetariana, Luciana Baroni, e una dietista competente in alimentazione della prima infanzia, Ilaria Fasan. Insieme, hanno realizzato questo volume, dedicato all’alimentazione vegetariana nelle fasi del ciclo vitale di gravidanza, allattamento e divezzamento, facendo tesoro del loro lavoro nei rispettivi ambiti lavorativi.

Cosa accade alla mamma e al suo piccolo durante la gravidanza e il parto, nell’allattamento: quali sono le caratteristiche dei cibi da assumere, come vanno utilizzati, quali sono le principali nozioni sui nutrienti e, ultimo, come realizzare una dieta vegetariana ottimale per la mamma e il bambino.

Tutto quello che bisogna sapere per trarre benefici da una dieta 100% vegetale fin dal concepimento, per la mamma e il suo bambino, per tutta la durata della gravidanza fino a 1 anno di età.

Il libro è disponibile nelle librerie oppure si può ordinare online:
Vai alla scheda del libro per ordinarlo online

Buona lettura,
la Redazione di SSNV

Sperimentazione animale: un male da sconfiggere

stefano_cagno_speriment_animale_400

“Cari tutti,

Vi scrivo per segnalarvi l’ultima opera del Dr. Stefano Cagno,

il più autorevole medico antivivisezionista italiano, da sempre impegnato a denunciare l’infondatezza scientifica della sperimentazione animale.

Da pochi giorni è uscito il suo primo e-book: “Sperimentazione animale: un male da sconfiggere”. E’ un’opera di veloce lettura, che pagina dopo pagina dimostra come tutti gli slogan di chi sostiene la sperimentazione animale siano in realtà infondati. Tutti tranne uno a dire la verità. Per scoprire quale non vi resta che acquistare il libro!

Potete acquistare l’opera su tutti i negozi on-line per soli 2,99 euro.
Non perdetevelo! Qui sotto un link di approfondimento”:

http://www.goware-apps.com/sperimentazione-animale-un-male-da-sconfiggere-stefano-cagno
—–
Francesco Caci

Un mondo sbagliato

un mondo sbagliato

STORIA DELLA DISTRUZIONE DELLA NATURA, DEGLI ANIMALI E DELL’UMANITÀ

Viviamo in un mondo sbagliato perché nel corso dei millenni abbiamo tradito la nostra essenza animale, biologica e spirituale.

Un’analisi storica dettagliata e convincente di come l’ideologia del dominio si è formata, spaziando dall’antropologia all’ecofemminismo, dai miti classici alla critica della cultura .
Il disastro sociale ed ecologico in cui siamo immersi discende dall’aver distrutto l’armonia del nostro habitat e la sua straordinaria biodiversità, alterando profondamente il nostro rapporto con essa, con noi stessi e soprattutto
quello con gli altri animali.

L’isolazionismo che nel corso dei secoli l’umanità ha stabilito rispetto alla natura e in particolare verso i suoi abitanti ci ha fatto dimenticare che degli animali abbiamo bisogno «come compagni, come stimolatori di empatia e cura, come strumenti per alimentare e plasmare la nostra mente e come parenti che ci ricordino la nostra vicinanza al resto del mondo vivente».

Il nostro modo di concepirci come dominatori gli uni sugli altri e sulla Natura sta
all’origine dell’attuale crisi ambientale e della relazione tra questa e le altre forme di oppressione sociale: la guerra, la violenza sulle donne e la schiavitù intra umana.

JIM MASON
vive in Virginia, è avvocato e da sempre ha focalizzato la propria attenzione sulla relazione uomo/animali. Nel 1980 ha pubblicato (insieme a Peter Singer) Animal factories, una delle primissime denunce rigorosamente documentate dell’orrore degli allevamenti intensivi.
Autore di diversi libri sui diritti degli animali, ha scritto numerosi articoli che sono apparsi su «The New York Times», «New Scientist», «Newsday»,
«Country Journal» e «Orion Nature Quarterly».
La sua inchiesta sul commercio di animali esotici, pubblicata nel 1993 su «Audubon», è stata nominata per il National Magazine Award.

Di Jim Mason, Edizioni Sonda

Vongole felici

DSCN0973-lux-600

Il sito passa dal web alla carta:
Vongole felici – Manuale di cucina ecozoica (vegan e crudista) ispirata alla selvaticità e ai cicli naturali.

Cucina ecozoica – Cibo, parole, colori, suoni ed estri creativi biodiversi per nutrire la crescita di un nuovo mondo ecopacifista al ritmo delle stagioni
– Le Ricette di MaVi

(Ecoalfabeto  – I libri di Gaia, Stampa Alternativa-Nuovi Equilibri, Viterbo 2014).

Nella scheda bibliografia nel sito di Stampa Alternativa leggiamo: “Si può mangiare leggero senza perdere l’esperienza del gusto riducendo al minimo i consumi? La cucina ecozoica ci è riuscita. Accanto alla motivazione salutista gourmet ed ecologista ci sono altrettanto forti la motivazione etica e quella antispecista. Amica dello slowfood in chiave crueltyfree, rispetta i cicli naturali e segue le stagioni nel piatto con fantasia, colore e sperimentazione.

Ama ispirarsi a tutte le tradizioni culinarie del mondo in nome della biodiversità. Mangiare ecozoico è una scoperta di nuovi sapori, nel passato e nella tradizione. Si mangia anche con la memoria come da recenti scoperte: la cucina ecozoica propone molte veganizzazioni in grado di reggere il confronto con i ricordi. Non si rinuncia a nulla, si recupera invece molto: la speranza di un futuro in equilibrio con il pianeta, con tutti i suoi abitanti animali e vegetali. Siamo a un passo dalla catastrofe, una piccola modifica delle nostre abitudini farà la differenza.

Il termine ecozoico, preso a prestito dall’ecoteologo Thomas Berry, significa ‘ecologicamente consapevole’. A ognuno la propria quota di responsabilità: vogliamo uscire dal Cenozoico e dirigerci verso il Tecnozoico (la strada del capitalismo globalizzato) o preferiamo l’Ecozoico, riconoscendo la sacralità della storia dell’universo e tornando in equilibrio nel grande flusso e nella grande avventura della Vita? Dopo l’introduzione generale o cucina di idee troverete la pratica: un capitolo che spiega come si mangia all’ecozoica e le ricette suddivise per stagione.

Seguono le ricette buone per tutto l’anno: sapore di mare felice (dove troverete la ricetta più famosa di MaVi che dà titolo al libro), ricette della contadina ecozoica, piatti etnoecozoici, autoproduzione (piatti base dolci e salati, e formaggi e latticini felici, senza soia)”.

Per approfondire:
http://www.cucinaecozoica.com/cucina-ecozoica/vongole-felici-il-libro.php

Questa è la scheda bibliografica dal sito di Stampa Alternativa:
http://www.stampalternativa.it/libri/978-88-6222-368-3/mavi/vongole-felici.html

E non perdetevi il concorso-festa della Cucina ecozoica, tutti i partecipanti che porteranno una ricetta o un commento entro il 9 luglio 2014 parteciperanno all’estrazione di cinque copie del libro.

Ecco il regolamento:
http://www.cucinaecozoica.com/cucina-ecozoica/per-tutte-le-pecore-nere-laboratorio-della-creativita-ecozoica-con-premi.php
Non è necessario avere un blog, è aperto a tutti!

 MaVi

Contro i diritti degli animali?

!cid_image004_jpg@01CF7C02

Edizioni Sonda segnala l’uscita del libro di Roberto Marchesini

Contro i diritti degli animali?

PROPOSTA PER UN ANTISPECISMO POSTUMANISTA

Sappiamo e abbiamo riconosciuto che la terra non è al centro dell’universo, ma ci ostiniamo a considerare noi stessi al centro di ogni forma di vita sulla terra.
Da anni Roberto Marchesini si muove lungo la storica frontiera tra umano, non umano, postumano. Ma, andando al di là di queste categorie, mostra anche la vanità di quella frontiera.
Giunge oggi ad esplorare lo specismo nella sua genealogia e complessità, con un atteggiamento critico radicale e una indicazione di proposte di cui bisognerà tener conto in tutte le discussioni che seguiranno.

In questi ultimi anni lo spinoso tema dello specismo, come argomento di dibattito, o come bersaglio verso cui indirizzare una proposta o un movimento volto a criticarne i principi, ha ricevuto una forte attenzione. Il saggio lo affronta nella speranza di renderlo il più riccamente pluralistico e di far emergere uno stile che sia riconoscibile perché frutto di condivisioni. È indispensabile quindi stanare le incongruenze e le incoerenze nascoste nelle maglie di un dibattito che pretende di sospendere l’antropocentrismo, rimanendo all’interno di una cornice umanistica. La critica allo specismo è innanzitutto una critica del paradigma umanistico, ovvero una proposizione di una filosofia postumanistica che sia liberazione dell’animale non umano dallo sfondo dove l’umanismo l’ha inchiodato.
L’autore passa in rassegna le varie forme in cui l’antropocentrismo può manifestarsi e discute di retaggi specisti con cui l’umanismo si è trovato a dover fare i conti, confermandoli o mutandone l’accezione. Esamina lo specismo umanistico, mostrando come il passaggio a una filosofia postumanista possa risolvere molti dei nodi discriminativi che caratterizzano l’ideologia antropocentrica.

Roberto Marchesini
filosofo, etologo e zoo antropologo italiano, direttore del Centro Studi Filosofia Postumanista e della Scuola di Interazione Uomo-Animale (SIUA). Dirige inoltre le riviste «Animal Studies. Rivista italiana di antispecismo» (Novalogos) e «Zooanthropology. The International Journal of Human-Animal Relationship» (Cambridge Scholars & Publishing).

Sulla cattiva strada – Il legame tra la violenza sugli animali e quella sugli umani

libro A M

Vi segnalo l’uscita del libro di Annamaria Manzoni:
Sulla cattiva strada – Il legame tra la violenza sugli animali e quella sugli umani. (
Edizioni Sonda)

C’è un rapporto tra traffico di cuccioli e animali esotici e traffico di armi e droga? Per i bambini può essere un battesimo del crimine assistere ai combattimenti tra cani e alle corse clandestine di cavalli?

Combattere la crudeltà sugli animali può prevenire la violenza domestica su altri soggetti fragili come le donne e i minori?

L’autrice, da anni impegnata sul fronte del disagio sociale e della violenza verso gli animali, illustra molti casi tratti dalla cronaca nazionale e internazionale, e fa un’ampia panoramica storica sulla letteratura psicologica e psichiatrica.
Dimostrando come tutte le forme di crudeltà umana siano collegate tra di loro.
Il male è tutto ciò che fa soffrire gli esseri senzienti: le crudeltà di cui in particolare gli animali sono oggetto non sono solo frutto del sadismo individuale, ma spesso inflitte a norma di legge nei luoghi del loro martirio: territori di caccia, macelli, laboratori di vivisezione, il dietro le quinte dei circhi. Si ricompone così il filo che unisce queste realtà a tutte le altre che hanno come vittime gli umani: territori di guerra, prigioni, ospedali psichiatrici giudiziari, metodi educativi autoritari.

Il risultato è un affresco al negativo in cui diventano evidenti e innegabili le interconnessioni tra tutte le forme di violenza manifesta, legali o illegali che siano, che, come una ragnatela, si ampliano e si contagiano reciprocamente.
Ma anche una possibilità di riscatto e di cambiamento, non volendo confondere ciò che è lecito con ciò che è giusto, perché l’ingiustizia resta tale anche se regolata da tutte le leggi di questa terra.

Annamaria Manzoni,
psicologa e psicoterapeuta, dedica da molti anni agli animali un interesse personale e professionale non inferiore a quello che riserva agli umani, nella convinzione profonda che non si tratti di universi paralleli, ma di un’unica grande realtà che può essere compresa solo se presa in considerazione nella sua interezza.