Archivi categoria: Presidio

Presidio all’Acquario di Genova

12227735_775677385888883_3839854785236474151_n

Martedì 8 dicembre, dalle ore 10:00 alle ore 17:00
Porto Antico di Genova, Calata Molo Vecchio 15 Magazzini del Cotone –  Modulo 5, Genova

Cani Sciolti e Animalisti Genovesi tornano di fronte all’acquario per protestare contro l’ingiusta prigionia di tanti esseri senzienti detenuti negli acquari, tra i quali , quello di Genova, è uno dei più importanti.
Non c’è divertimento che possa giustificare tanto silenzioso dolore! Come si fa a parlare di amore e rispetto per gli animali se li incarceriamo per tutta la loro vita? Le vasche che tanti turisti allegramente vanno ad ammirare e fotografare altro non sono che prigioni.

Riguardo questo argomento lo scienziato riminense Marco Affronte afferma:

RIGUARDO AI BAMBINI E AL VEDERE I DELFINI O QUALSIASI ALTRO ANIMALE DAL VIVO.
Ai bambini bisogna insegnare che gli animali vivono nel loro ambiente; hanno i loro luoghi, i loro tempi e esistono a prescindere dall’uomo anche se l’uomo non li può vedere.
E hanno anche una dignità, che loro non possono difendere e che tocca a noi non ledere. Non tutti i bambini hanno la fortuna di potere andare per mare a vedere i delfini? Pazienza. Li porteremo a vedere gli aironi sul Po, o i cervi nel Casentino… e in tanto gli racconteremo di quanti chilometri al giorno percorre un delfino libero in mare.

Marco Affronte, scienziato riminese naturalista ed esperto di progetti di ricerca, tutela, conservazione e divulgazione sull’ambiente marino.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1515428055441187/

NOmattatoio 12° Presidio – Roma

12243551_1060446340653569_7320702875432029199_n
Foto di Massimo Jamal durante il 4° Presidio al mattatoio di Roma.
Nel camion gli agnelli ignari che di lì a poco altre mani li avrebbero sgozzati.

Sabato 28 novembre, dalle ore 10:30 alle ore 13:30
Viale Palmiro Togliatti, angolo piazzale Pino Pascali

“Nel punto più basso e più dimenticato della nostra società opulenta, dove si consuma una violenza silenziosa, accettata come naturale dalle grandi masse dei consumatori inebetiti da un mondo ridotto a mercato, si trovano i nostri fratelli animali. Mai la loro condizione è stata così aberrante come nella società capitalistica contemporanea, una mega-macchina del consumo che li ha ridotti a mera merce da produrre, far crescere ed eliminare in serie, togliendo senso e dignità ad ogni atto vitale, dalla procreazione alla cura dei cuccioli fino all’espansione della propria indole.
[…] Battersi per la giustizia, e per giustizia intendo il diritto a una vita dignitosa e libera, comporta comprendere che vi è un legame stretto, indissolubile, fra le tre dimensioni – geografica, sociale, di specie – del dominio contemporaneo.
(Restiamo Animali – Lorenzo Guadagnucci)

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/144952539196695/

IV° Presidio NOmattatoio

12190089_1162873263728846_6782800734924656702_n

Sabato 14 novembre, dalle ore 10:00 alle ore 12:00
Via Alessandro Volta 20/24 S.S. 11, Boffalora Sopra Ticino (MI)

Riprende in Lombardia la campagna NOmattatoio esattamente da dove si era fermata, ovvero a Boffalora Sopra Ticino, davanti al Mattatoio G. Pessina, dove eravamo già stati a Luglio.

La Lombardia, che ha ospitato Expo, la fiera dello sfruttamento e dell’abuso, è disseminata di allevamenti e mattatoi dove si perpetra un orrore che tutti noi vogliamo combattere con una scelta di vita etica e cercando di sensibilizzare tutti coloro che ci vedranno dare voce ai prigionieri di quei luoghi di sterminio.

Com’è nella natura della campagna #NOmattatoio, il presidio sarà un momento di importante sensibilizzazione, pertanto non saranno accettati atteggiamenti o proclami fuori luogo da parte dei partecipanti.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/878401628946027/

NOmattatoio 11° Presidio al mattatoio di Roma

12112348_1047333835298153_3130849056765965176_n

Sabato 31 ottobre, dalle ore 15:00 alle ore 18:00
Viale Palmiro Togliatti, angolo Piazzale Pino Pascali 

Viaggiano ammassati come oggetti, sfiancati dal caldo o assiderati dal freddo, assetati, umiliati, immersi nelle loro feci. Ti osservano timorosi e increduli quando ti avvicini, nei loro occhi una domanda: perché?
Impotenti li guardiamo allontanarsi. Ultima fermata: il mattatoio.

Per rendere visibile a tutti la loro sofferenza e la profonda ingiustizia che l’accompagna, torniamo davanti al mattatoio di Roma.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1651068395178009/

NOmattatoio 10° Presidio a Roma

12006078_1027788040586066_6975571087467137013_n

Sabato 19 settembre, dalle ore 10:00 alle ore 13:00
viale Palmiro Togliatti, angolo Piazzale Pino Pascali

Torniamo davanti al mattatoio di Roma per rendere visibile l’invisibile e combattere questa ingiustizia di proporzioni inenarrabili.

“In mattatoio si lavora così in fretta che non abbiamo il tempo di aspettare che un cavallo si dissangui a morte. Cominci già a scuoiarlo. A volte il naso gli finisce nel suo stesso sangue, e lui ci soffoca dentro”
“La pressione e la frustrazione del mio lavoro la sfogo sugli animali, su mia moglie… e su me stesso, bevendo. Se un animale ti fa incazzare, non lo uccidi soltanto. Lo picchi, fai in modo che affoghi nel suo sangue, gli spacchi il naso, gli perfori un occhio… e lui continua a gridare”
“Ho visto animali percossi, sollevati dai ganci, trafitti e scuoiati. Troppi da contare, troppi da ricordare. È solo un processo che accade sempre uguale”.

Testimonianze di lavoratori dei mattatoi tratte dal libro:
Gail Eisnitz, Slaughterhouse: The shocking story of greed, neglect, and inhumane treatment inside the U.S. meat industry, Prometheus Books, 2006.
(Tratto da Veganzetta)

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/481401655373253/

Sit-in contro Circo Orfei a Mantova

11953553_876711515741655_5996100687591445662_o

Sabato 5 settembre 2015, ore 16.15 – Curtatone (MN)
Loc. 4 Venti (dietro centro commerciale)

Torna il Circo a Mantova e tornano gli Orfei!
Sabato 5 settembre vieni a protestare con noi contro l’utilizzo e lo sfruttamento degli animali nei circhi!
L’arte circense è bella solo se non c’è sofferenza animale!

Come tutti i nostri sit-in, saremo pacifisti con l’intento di manifestare il nostro disappunto contro lo sfruttamento degli animali. Soffriremo per la loro sofferenza e lo spiegheremo alle persone.

Porta te stesso… volantini e striscioni li abbiamo noi!

Ritrovo alle 16.15 nel parcheggio del Brico Center (dietro il Centro Commerciale Il Gigante).

Unisciti a noi!

Info alla pagina Facebook:
https://www.facebook.com/events/458427581007625/

———

Lav Onlus Mantova
[email protected]

 

NOmattatoio 9° Presidio a Roma

11880335_1015309538500583_4041608488368143982_n

Sabato 29 agosto 2015, dalle ore 17:00 alle ore 20:00
Viale Palmiro Togliatti, angolo Piazzale Pino Pascali – Roma

A uno sterminio così sistematico non ci si può che opporre in maniera altrettanto sistematica: per questo prosegue l’appuntamento mensile davanti al mattatoio di Roma.

“In questo modo stiamo disprezzando la vita, stiamo privando della loro dignità esseri senzienti, perfettamente coscienti di quel che viene loro inflitto. L’osservazione di Adorno – Auschwitz comincia quando di fronte a un mattatoio pensiamo che sono solo animali – è un pensiero che sconvolge e che si ha la tentazione di respingere, di rifiutare di fronte all’orrore assoluto della shoah. Ma sono stati proprio pensatori, scrittori, filosofi ebrei, e anche molti scampati ai campi di sterminio, a proporci questo accostamento. E sono stati gli storici a mostrare l’affinità, o meglio il filo diretto che lega i mattatoi di Chicago, dove fu inventata la catena di smontaggio degli animali – da un lato entravano i treni carichi di animali vivi, dall’altro uscivano i treni carichi di scatolette e quarti di bue -, alla catena di montaggio della moderna fabbrica industriale – Henry Ford si ispirò proprio ai mattatoi di Chicago per la sua prima fabbrica di automobili – e dalla fabbrica fordista ai campi di sterminio nazisti”

“Se osserviamo la sorte inflitta nel corso della storia agli animali non umani, e ci soffermiamo in particolare su come vengono trattati oggi nella società contemporanea, vediamo scorrere in filigrana la storia sempre più dura e sempre più crudele di un dominio. Gli animali, come ci diceva Bashevic Singer, sono i più indifesi fra gli oppressi. Vengono trattati così non perché siano predisposti all’oppressione e allo sterminio, non perché siano creature “naturalmente” a disposizione dell’animale umano, ma per un semplice rapporto di forza: vengono trattati così, perché è possibile trattarli così.”
(Lorenzo Guadagnucci, giornalista e attivista, diventato vegano e antispecista dopo aver vissuto i fatti di Genova e aver fatto una similitudine tra la violenza avvenuta all’interno della scuola Diaz e quella della mattanza dei tonni all’interno delle tonnare).

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1466387650329755/