Contro i diritti degli animali?

!cid_image004_jpg@01CF7C02

Edizioni Sonda segnala l’uscita del libro di Roberto Marchesini

Contro i diritti degli animali?

PROPOSTA PER UN ANTISPECISMO POSTUMANISTA

Sappiamo e abbiamo riconosciuto che la terra non è al centro dell’universo, ma ci ostiniamo a considerare noi stessi al centro di ogni forma di vita sulla terra.
Da anni Roberto Marchesini si muove lungo la storica frontiera tra umano, non umano, postumano. Ma, andando al di là di queste categorie, mostra anche la vanità di quella frontiera.
Giunge oggi ad esplorare lo specismo nella sua genealogia e complessità, con un atteggiamento critico radicale e una indicazione di proposte di cui bisognerà tener conto in tutte le discussioni che seguiranno.

In questi ultimi anni lo spinoso tema dello specismo, come argomento di dibattito, o come bersaglio verso cui indirizzare una proposta o un movimento volto a criticarne i principi, ha ricevuto una forte attenzione. Il saggio lo affronta nella speranza di renderlo il più riccamente pluralistico e di far emergere uno stile che sia riconoscibile perché frutto di condivisioni. È indispensabile quindi stanare le incongruenze e le incoerenze nascoste nelle maglie di un dibattito che pretende di sospendere l’antropocentrismo, rimanendo all’interno di una cornice umanistica. La critica allo specismo è innanzitutto una critica del paradigma umanistico, ovvero una proposizione di una filosofia postumanistica che sia liberazione dell’animale non umano dallo sfondo dove l’umanismo l’ha inchiodato.
L’autore passa in rassegna le varie forme in cui l’antropocentrismo può manifestarsi e discute di retaggi specisti con cui l’umanismo si è trovato a dover fare i conti, confermandoli o mutandone l’accezione. Esamina lo specismo umanistico, mostrando come il passaggio a una filosofia postumanista possa risolvere molti dei nodi discriminativi che caratterizzano l’ideologia antropocentrica.

Roberto Marchesini
filosofo, etologo e zoo antropologo italiano, direttore del Centro Studi Filosofia Postumanista e della Scuola di Interazione Uomo-Animale (SIUA). Dirige inoltre le riviste «Animal Studies. Rivista italiana di antispecismo» (Novalogos) e «Zooanthropology. The International Journal of Human-Animal Relationship» (Cambridge Scholars & Publishing).

Rispondi