[email protected] Primo Festival del Biocentrismo

954695_122650674602505_1451627828_n

Sabato 15 e domenica 16 giugno 2013.
In Friuli Venezia Giulia, presso L’Antico Folador di Villa Rubini, a Merlana di Trivignano Udinese (UD)

[email protected], il primo e unico Festival del Biocentrismo in Italia, è nato dall’interesse di sviluppare, approfondire, divulgare e condividere con il più vasto pubblico possibile le diverse tematiche legate alla necessità di ripensare il nostro tempo in un’ottica diversa, per costruire un nuovo modello condivisibile.

Il pensiero antropocentrico, che delinea i comportamenti sociali, ha mostrato tutti i suoi limiti sia nei confronti dell’habitat che di tutti i viventi, compreso il benessere stesso del genere umano. Il nuovo pensiero biocentrico evidenzia quindi la necessità di spostare il baricentro da quelli che sono gli interessi (spesso economici) di pochi, all’attenzione primaria che la vita merita. Ogni vita.
Il progetto nasce pertanto dalla necessità di affrontare le urgenti emergenze ambientali del nostro tempo, attraverso l’impegno e l’entusiasmo delle nuove generazioni.
E lo si vuole fare in modo innovativo, interdisciplinare e interculturale, mediante una rete di rapporti e collaborazioni anche internazionali, partendo dal desiderio di sperimentare e dall’esigenza di dare vita a un’operazione corale inerente a tematiche molto sentite e condivise con grande interesse.
Per questo il titolo: Gaia come la Dea della Terra, e mente, come il pensiero.

Gli incontri, i dibattiti, le esperienze, la cucina, i concerti, le sperimentazioni, gli spettacoli, le mostre e i laboratori sono infatti incentrati sui temi del biocentrismo, dell’ecosostenibilità, del vivere vegan, dell’antispecismo, della partnership, del rifiuto della violenza, della solidarietà, del benessere personale, della deep-ecology, del biologico, del chilometro-zero, in una visione più ampia e organica, in sintonia con le esigenze del nostro ecosistema e con i diritti di ogni vivente (umano e non).
Ad oggi sette milioni di Italiani sono vegetariani o vegani, sia per motivi inerenti all’emergenza ambientale, che per motivazioni etiche legate a una equa distribuzione delle risorse destinate all’uomo, sia per il rispetto del dolore animale e sia, non ultimo, per una scelta salutista. Questo epocale cambiamento di prospettiva comporta che si stia attuando anche un mutamento sociale del gusto, pertanto la ricerca culinaria-culturale si sta sviluppando esponenzialmente verso questa direzione, tanto quanto la scelta d’acquisto.

[email protected] si terrà il 15 e 16 giugno nello splendido Folador di Villa Rubini, a Merlana di Trivignano Udinese, ed è organizzato dall’Aggregazione Giovanile ‘Le Stelle Parlanti’, da Anna Tulisso e Melissa Bortolin e con la direzione artistica di Tiziana Pers, in collaborazione con diverse associazioni e organizzazioni, con il contributo e patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, con il patrocinio della Provincia di Udine, e con il sostegno e patrocinio del Comune di Trivignano Udinese.

Info:
www.gaiamente.org

Evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/459101057506505/?notif_t=plan_user_invited

Rispondi