Lettera ad un onnivoro (qualsiasi) coscienzioso

10660340_10152716674091484_7498672981799803592_n

Mio caro amico,
Io ho fatto una scelta di vita (e per la vita), diventando vegan. L’ho fatta perché eticamente non è accettabile per me vivere della morte altrui. L’ho fatta perché per me non è accettabile continuare a consumare risorse non rinnovabili per capricci di gola. L’ho fatto perché, per quello che compete a me personalmente, non voglio contribuire a distruggere questo pianeta meraviglioso.
L’ho fatto perché mi sono informato: ho guardato documentari, letto libri, fatto ricerche su internet cercando fonti ufficiali, attendibili ed autorevoli.

Tu hai una preparazione superficiale sui danni e sulle conseguenze etiche ed ambientali che produci a causa del tuo stile di vita non sostenibile. Perché al massimo hai sentito distrattamente un servizio che parla della deforestazione in Amazzonia per far posto alle coltivazioni (quali? non lo sai…ma supponi che sia soia per produrre tofu per i vegani) o hai letto un trafiletto sul tuo quotidiano preferito che parla degli allevamenti intensivi.

Pensi che comprare qualche verdura biologica, avere l’auto a metano, fare vacanze eco- sostenibili, chiudere il rubinetto dell’acqua mentre ti lavi i denti sia sufficiente per metterti a posto la coscienza?

Non voglio disilluderti né insultarti, ma sai davvero poco al riguardo. Come faccio a sapere che tu NON sei preparato su queste tematiche? lo capisco da quello che scrivi quando commenti i miei post. Lo capisco perché chiunque al mondo con un minimo di intelligenza e dopo aver approfondito alcune tematiche, non rimarrebbe onnivoro, specie se ha figli. Se sei intelligente e sei preparato, ma non hai la forza di cambiare le tue abitudini, almeno abbi il buon senso di non commentare in modo superficiale i miei post.

Riporto alcuni dati:
– l’80% del disboscamento della foresta amazzonica è causato dall’allevamento intensivo (serve come pascolo e come terreno agricolo per coltivare cereali, mais, soia per nutrire gli animali)
– Le terre agricole nel mondo sono utilizzate così: 8% ALIMENTI x CONSUMO UMANO, 22% ALTRO, 70% PER ALLEVAMENTO INTENSIVO E PRODUZIONE DEL MANGIME PER ANIMALI MOLTI DEI QUALI OGM
– il 20% della popolazione mondiale (occidentale) consuma l’80% delle risorse.
– ogni anno 13 MILIONI DI ETTARI DI FORESTA AMAZZONICA VENGONO DISTRUTTI
– 3/4 dei fondali di pesca sono esauriti o sono molto vicini ad esserlo
– 1 Miliardo di persone soffre la fame
– il 40% dei terreni agricoli coltivabili ha già subito gravi danni a lungo termine

ora parliamo un po’ dell’acqua:
– 5000 Persone al giorno muoiono a causa dell’acqua sporca
– 1 Miliardo di persone non ha accesso all’acqua potabile
– Solo il 2,5% dell’acqua presente al mondo è acqua dolce
– solo lo 0,1% è accessibile direttamente all’uomo (il 2,4% dell’acqua dolce è in forma di ghiaccio o neve)
ora parliamo di come utilizziamo questo 0,1%:
– ognuno di noi ne consuma 137 litri al giorno (per cucinare, lavare vestiti-auto-casa, per pulizia personale)
– ognuno di noi ne consuma 167 litri al giorno per produrre industrialmente carta-vestiti-cotone
– ognuno di noi ne consuma 3496 litri al giorno per produrre il cibo che mangiamo
3496 LITRI AL GIORNO IO???????????? E’ IMPOSSIBILE.

Vuoi sapere da dove vengono fuori 3496 litri al giorno? Adesso te lo spiego.

Una mucca da carne vive 3 anni e a fine della vita fornirà circa 200 Kg di carne. In 3 anni una mucca mangia 1300 Kg. di mangime e 7200 Kg. di fibre vegetali. Per produrre questi mangimi e questo foraggio sono necessari 3.060.000 litri di acqua (si, hai letto bene, tremilioniesessantamila litri di acqua dolce e potabile), poi beve 24.000 litri di acqua dolce potabile, poi per lavarla e macellarla servono altri 7000 litri di acqua dolce e potabile.
In totale fanno 3.091.000 litri di acqua per ogni mucca che produrrà circa 200 Kg. di carne. Sono 15.400 litri per OGNI KG. DI CARNE.

Ora, caro il mio amico coscienzioso, ogni onnivoro occidentale consuma circa 80 Kg di carne all’anno (poi in più pesce, formaggi, latte, uova che anche loro consumano acqua e risorse vegetali per essere prodotte)

Vuoi che faccia i conti in modo che ti renda conto perché mi viene da ridere quando sento che combatti per fare la doccia breve o quando dai addosso al vip per l’Ice Bucket Challenge?

Quindi evita di dirmi che consumo risorse vegetali e che faccio loro del male raccogliendole. Evita di dirmi che inquino come e più di te.
Informati meglio. Chiedimi qualche titolo di libro se sei interessato, guardati qualche documentario (posso darti i links se me li chiedi).
Se vuoi chiudere occhi e tapparti le orecchie lo puoi fare. Ma almeno evita di sproloquiare contro chi, a differenza di te, sta cercando di fare qualcosa.

Consiglio questi tre video:

HOME (sottotitolato in italiano)
http://youtu.be/I1fQ-3-CEFg

MEAT THE TRUTH (in italiano)
http://youtu.be/dURtZEe5AII

L’Acqua invisibile di Angela Morelli
http://youtu.be/KqIQkO-66tA

e questo libro:
ECOCIDIO di Jeremy Rifkin

poi ne riparliamo, eh?
con affetto,
Gianluca Calcagnile

Fonte:
https://www.facebook.com/notes/gianluca-calcagnile/lettera-ad-un-onnivoro-qualsiasi-coscienzioso/10152674810879454

Rispondi