NOmattatoio 16° Presidio – Roma

12821554_1117973471567522_1435380136422353358_n

Sabato 19 marzo, dalle ore 10:00 alle ore 13:00
Viale Palmiro Togliatti, angolo piazzale Pino Pascali, Roma

[…] “Vengono presi, passano davanti a noi con gli occhi sgranati di chi non sa ma capisce che qualcosa non va, di chi perde ogni punto di riferimento, di chi si ritrova solo a combattere per la propria vita senza aver gli strumenti per farlo.

Le zampe anteriori vengono legate e uno ad uno, a gruppi di 14-15, gli agnelli vengono appesi ad un gancio e pesati in gruppo. Questa manovra, illegale per stessa ammissione dell’allevatore, provoca un visibile stress negli animali che fanno di tutto per divincolarsi, in preda al panico e al terrore. I loro sguardi ci lasciano attoniti e ogni volta che rivediamo le immagini di quel momento sentiamo la stessa tristezza di quel giorno che ci avvolge, la stessa incapacità di poter trovare una spiegazione a tanto dolore. Dopo la ‘pesatura’, gli agnelli vengono gettati sul camion, sono sempre di più, sempre più spaventati, sempre più spaesati. Piangono, si guardano intorno, ci guardano e noi, quello sguardo, non lo sappiamo sostenere perché porta con sé tutto il peso del mondo: l’angoscia di una vita strappata con violenza, ingiustamente.

Sono migliaia quelli che nel periodo pasquale subiscono la stessa sorte. Le mamme piangeranno per giorni, i piccoli no, saranno macellati a breve. Noi non piangiamo perché non possiamo permettercelo ma dentro sentiamo un vuoto che nessuno potrà mai colmare.”

Una terra di nessuno

All’interno del macello

“Quando arriviamo al macello è molto presto, sono pochi gli addetti già arrivati, uno ad uno giungono sul posto pronti per iniziare la loro ‘giornata di lavoro’. Oggi è prevista la mattanza di molti agnelli appartenenti a due allevatori. Un macello è un ‘luogo di non ritorno’, una ‘terra di nessuno’ in cui avvengono cose tenute appositamente il più lontano possibile dalla nostra mente, ma che esistono ogni giorno, ogni ora, ogni minuto.

Intorno a me l’odore è spiacevole, immagino farebbe vomitare qualsiasi persone non abituata. Entrando nella sala più grande di macellazione sono visibili pezzi di corpi ovunque, parti smembrate di quelle che comunemente vengono ritenuti prodotti e non individui. In un attimo percepisco che intorno a me i rumori sembrano molto lontani, ho isolato la mia mente, procedo guardando dinanzi a me e ripensandoci, a posteriori, divento più cosciente e consapevole che stavo facendo questo non perché tutto ciò mi desse fastidio ma perché dovevo essere come loro, mostrarmi ‘normale’ in una ‘terra di nessuno’, camminare in mezzo a pezzi di corpi sembrando di essere come in qualsiasi altro luogo. Eccetto alcuni mattatoi specializzati, la maggior parte si occupa di ogni animale macellabile… mentre mi muovo stacco lo sguardo, per un attimo mi rendo conto che alla mia destra, appesa per una zampa posteriore, c’è una mucca. Nonostante ne avessi viste molte nella mia vita, rimasi per una frazione di secondo spaventato ed affascinato allo stesso tempo dalla sua grandezza ed imponenza, ‘dettagli’ a cui non avevo mai badato ogni volta che vedevo delle mucche. Per una frazione di secondo rimasi profondamente scosso, avevo avuto bisogno di una scena del genere per capire una cosa talmente particolare.

Arriva il momento degli agnelli, il pavimento è completamente coperto di sangue, si procede con costanza meccanica, fredda, precisa. Gli agnelli vengono radunati tutti insieme e spaventandoli vengono indirizzati verso l’imbocco del reparto dove verranno uccisi. Si dimenano, urlano, montano uno sopra all’altro, sono cuccioli e sono terrorizzati. A pochi metri da loro delle pelli di pecore appena macellate rilasciano del sangue che scorre in mezzo alle loro piccole zampe e nel frattempo si respira tra gli addetti una calma irritante, è il momento per loro di un po’ di riposo. Il tempo di un respiro e si inizia di nuovo togliendolo ad altri, quel respiro. Un addetto afferra nel mucchio, si parte, a coppie vengono portati all’interno, appesi, storditi e sgozzati, uno dopo l’altro. Il luogo di una precedente mattanza, che tra una pausa e l’altra era stato pulito con l’acqua, si tinge nuovamente di rosso. E’ surreale il senso di sdoppiamento dei suoni e dei silenzi, si passa dal fragore del gruppo terrorizzato, situato all’esterno, al silenzio dello stordimento e dello sgozzamento.

Gli agnelli si dimenano, dopo lo stordimento non sono incoscienti e sanno che in quel momento stanno morendo, puoi leggerlo nei loro occhi. C’è infatti qualcosa di speciale che possiedono gli animali, qualcosa che noi esseri umani abbiamo perso, probabilmente ‘istituzionalizzando’ la morte. Nei loro sguardi è visibile quanto sappiano comprendere a pieno quando stanno per morire. Riescono a comunicartelo in un attimo, nell’esatto momento in cui il tuo sguardo si incrocia con il loro. É una sensazione che ti rimane addosso, per tutta la vita.

Dopo essere stati sgozzati, una delle cose forse più sconosciute è la velocità con cui vengono lavorati i corpi. In un attimo ciò che ricorda questi piccoli cuccioli non esiste più, diventano prodotti, pronti per essere venduti. Quando esci da un macello e sei un investigatore sotto copertura sviluppi reazioni differenti, in base anche al carattere. C’è chi rimane in silenzio per un bel po’, c’è chi piange, c’è chi ha nausea e c’è chi cerca di conversare, con se stesso o con chi gli sta vicino, il più possibile, perché a volte è meglio smettere di pensare, almeno per qualche minuto, a ciò che si è appena dovuto affrontare. In questo caso io ho scelto l’ultima reazione.”

Correvi nei prati ieri, oggi invece…

Un’altra giornata, un’altra mattanza

“Sono arrivato al macello circa un ora prima che cominciassero le uccisioni, ho assistito alla preparazione degli arnesi, allo scarico dal camion dell’ultimo gruppetto di agnelli, alla vestizione con stivali e grembiuli di gomma dei macellai. La tensione saliva dentro di me ma i macellai facevano battute e io dovevo ridere, scherzare e cercare di concentrarmi su qualcos’altro era tanto fondamentale quanto difficile. Esco con un macellaio a vedere gli animali, la cosa che mi colpisce di più è vedere questi animali, che sono ancora cuccioli, giocare nella zona di attesa, ignari di cosa sarebbe successo. Poco dopo arriva il veterinario e dopo una breve occhiata agli animali e una poco più lunga ai documenti che li accompagnano dà il via alle uccisioni.

In quel momento accendo la telecamera e cerco di focalizzare tutta la mia attenzione su ciò che sarà lo scopo finale del mio lavoro e non su ciò che sta accadendo attorno a me. L’addetto allo stordimento, un ragazzo di circa 20 anni, prima di applicare la scossa ripete sempre la stessa frase “correvi nei prati ieri, oggi invece…”. Gli odori che si sentono in un macello ti rimangono impressi, l’odore che emana il pelo bruciato dalla pinza elettrica è qualcosa che non credo dimenticherò mai. In poco più di tre ore vengono uccisi tutti gli animali. Me ne vado consapevole di aver assistito a qualcosa di tremendamente sbagliato che spero un giorno possa cessare, spero che la gente possa capire che un altro stile di vita è possibile, che tutto questo non è necessario.”

Da: http://salvaunagnello.com/diario/
———–
Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/1768203883414090/

“Dalla sperimentazione animale ai pesticidi, gli interferenti endocrini e l’alimentazione”

sperimentazione_animale_0

CONFERENZA
“Dalla sperimentazione animale ai pesticidi, gli interferenti endocrini e l’alimentazione”

Venerdi 4 marzo ore 17,30
Centro di Nutrizione Naturale e Salute – Orvieto

Un evento importante e di estrema attualità.
L’incontro rappresenta l’occasione per affrontare tematiche importanti quali la sperimentazione animale, i pesticidi, gli interferenti endocrini, l’alimentazione.

Relatrice
Dott.ssa Michela Kuan
Biologa Nutrizionista
Responsabile di settore nazionale per LAV
Consigliere direttivo IPAM (Piattaforma italiana per i metodi alternativi)
Rappresentante per ECEAE ed Eurogroup for animal
Co-Autrice del libro “Oltre il filo spinato di Green Hill” edizione Sonda
Vincitrice del Premio DNA 2013 – Ordine dei Biologi

Sala Centro Essere
Ingresso libero
——–
Info:
Orvieto Centro Essere
[email protected]

Apericena benefit per Animals Asia

12802830_1815355492024962_5213601837322124430_n

Domenica 20 marzo 2016, alle ore 19:00
La Taverna del Cuore, 40014 Crevalcore (35 km da Bologna)

Domenica 20 marzo Animals Asia sarà a Crevalcore, ospite di una serata benefit organizzata dalla TAVERNA DEL CUORE e dall’Associzione culturale MANINCULTURAE.

Sarà offerto un ricco buffet vegano e vegetariano accompagnato da vino e bibite al costo di 15 euro, parte di cui sarà devoluto ad Animals Asia Foundation.

La Fondazione sarà rappresentata da Carla Marani – Responsabile del Gruppo di Supporto della Romagna – e verrà presentato il documentario “Moon Bear Rescue” che racconta i primi 10 anni di salvataggi degli orsi della luna.
Sarà inoltre allestito un tavolo informativo.

Saranno presenti i volontari di SEA SHEPHERD, organizzazione fondata nel 1977 che adotta la tattica dell’azione diretta per fermare la distruzione degli habitat naturali e il massacro delle specie selvatiche negli oceani di tutto il mondo.

Vi aspettiamo!

Per prenotare il buffet
vi preghiamo di chiamare o mandare un messaggio di conferma ai seguenti numeri:
Laura 339 2009077
Max 342 3849728
Carla 339 7135290

CHI E’ ANIMALS ASIA:
Animals Asia lavora per porre fine alla crudele pratica delle fattorie della bile e migliorare il benessere degli animali in Cina e Vietnam. Promuoviamo la compassione e il rispetto per gli animali, operando per realizzare cambiamenti a lungo termine.
Dal 1994 Animals Asia si batte per salvare gli orsi da questa crudele industria ed è l’unica organizzazione internazionale che ha una riserva naturale per accoglierli e
riabilitarli in Cina. Animals Asia gestisce anche una riserva in Vietnam, nel Parco Nazionale di Tam Dao, dove centinaia di orsi ha ritrovato la libertà.
Jill Robinson, fondatrice e CEO di Animals Asia, ha iniziato a fare campagna nel lontano 1993 ed è unanimemente riconosciuta a livello mondiale come la più grande esperta sulle fattorie della bile.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/933354606756542/?active_tab=highlights

Ciclo di Seminari: criminologia & tutela penale degli animali

12743658_970000599733928_4609439410292906948_n

Sabato 19 marzo 2016, dalle ore 17:00 alle ore 19:00
Via Toledo n.323 (piano terra) – Napoli

Il 19 marzo 2016 alle ore 17.00 si terrà il primo di sei incontri del ciclo di seminari su “criminologia & tutela penale degli animali” presso la Sede LAV di Napoli in Via Toledo n.323, a cura del Dott. Ciro Troiano (criminologo, resp. Osservatorio Nazionale Zoomafia).

L’incontro sarà focalizzato sui seguenti argomenti:

– analisi sistematica della normativa e della relativa giurisprudenza contro il maltrattamento di animali (uccisione, maltrattamento, detenzione incompatibile, spettacoli e manifestazioni vietate, combattimenti tra animali e competizioni non consentite)

– come presentare una denuncia, competenze degli organi di polizia

La partecipazione è libera e gratuita.

L’iscrizione è obbligatoria e va effettuata inviando una mail a [email protected] (con nomi, cognomi e date di nascita dei partecipanti) specificando se si vuole aderire a un solo seminario o all’intero ciclo.

Sarà rilasciato attestato di partecipazione per ogni singolo seminario.

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/481527328720759/?active_tab=highlights

Apericene benefit a Torino e Trieste

locandina-apericena-vegan

Due apericene benefit per AgireOra: a Torino giovedì 10 marzo e a Trieste domenica 13 marzo. Partecipa, per gustare tante bontà vegan e sostenere AgireOra!

Ecco i prossimi due appuntamenti per sostenere AgireOra e gustarsi un’ottima cena vegan a buffet!

Torino, Giovedì 10 marzo 2016 ore 19.30
Presso Naturalmente veg, corso Casale 204/L

Una cena a buffet con tanti piatti diversi disponibili, per gustare le delizie della cucina vegan e allo stesso tempo sostenere le iniziative di pro-animali di AgireOra.

La cena sarà a buffet (self service), ma ci saranno tavoli e sedie per accomodarsi, non è un buffet in piedi!

Costo: 15 euro per mangiare a volontà
inclusa la prima consumazione
(le bevande successive sono invece a pagamento, al banco bar).

Prenotazioni:
[email protected] entro il 7 marzo

Trieste, domenica 13 marzo 2016 ore 19.00
Si terrà presso il Centro Giovanile, in zona Barcola, in via Moncolano all’angolo con viale Miramare (il primo portone sul lato sinistro di via Moncolano, arrivando da viale Miramare).

La cena sarà a buffet (self service), ma ci saranno tavoli e sedie per accomodarsi, non è un buffet in piedi!

Si compone di 4 antipasti cui seguiranno un ricco primo piatto, secondo, contorno e 2 dolci, tutto in abbondante quantità!

L’offerta minima è di 18 euro a persona bevande incluse (acqua, vino, birra). Chi vuole lasciare una donazione maggiore è il benvenuto!

Il ricavato servirà a finanziare un’affissione in città di manifesti “salva-agnelli” per una Pasqua senza crudeltà, che saranno affissi a partire dal 9 marzo.

Ecco il MENU!

ANTIPASTI
Patè gustoso di patate e ceci su crostini
Tramezzini multistrato
Varietà di torte salate
Pizzette di polenta

PRIMO – SECONDO – CONTORNO
Pasta al forno primaverile (con verdure di stagione e besciamella)
Arrosto di seitan in crosta
Insalata di patate con maionese

DOLCI
Tiramisù
Pan brioche con crema di cioccolato

Per prenotare, scrivere a:
[email protected]
specificando per quante persone si prenota.

La prenotazione va fatta entro il 9 marzo.

Diffondete a tutti i vostri conoscenti, grazie!

Chi non potessere partecipare alla cena ma desidera partecipare alla raccolta fondi pro-affissioni, può inviarci una donazione nei modi indicati qui:
www.agireoraedizioni.org/donazioni/

Grazie a tutti!

Scrivici per prenotare su [email protected] 

Corso di alimentazione e cucina vegana – Casa della Pace

casa della Pace

25 – 28 marzo 2016
Casa della Pace, Città di Castello e Gubbio, Umbria.

Imparare, e approfondire, la cucina basata su soli alimenti vegetali, ottenendo piatti che soddisfano la salute e il palato con sapori sorprendenti o tradizionali.

Un’occasione per chi ama cucinare e scoprire nuovi sapori e nuove strade verso una buona salute di sé e del mondo.
Una vacanza per camminare tra i boschi umbri e/o visitare le città storiche come Gubbio, Perugia, Assisi o le opere dell’arte rinascimentale.
Una divertente immersione nel ben-essere e nella convivialità.

Programma:
Il seminario offre 3 ore al giorno di lezioni di cucina e di alimentazione equilibrata basata su ingredienti di esclusiva provenienza vegetale. Verdure, legumi e frutta offrono una vasta gamma di micronutrienti fondamentali per la salute e sono senza dubbio gli alimenti cui dovremmo ricorrere maggiormente per ottenere una dieta ottimale. Le lezioni offriranno informazioni chiare sui loro benefici e sul loro uso in cucina per ottenere piatti sani, leggeri e deliziosi.
Sarà offerto il mio libro “La cucina vegetariana e vegana” e dispense con le ricette proposte.

Nella sera del primo giorno: un’introduzione ai principi generali della mia cucina e un’introduzione a una dieta vegetariana o vegana equilibrata.
Nei pomeriggi saranno proposte delle passeggiate sui facili sentieri che percorrono i boschi intorno Casa della Pace.
Domenica, Pasqua, pranzo festivo, all’insegna dell’equilibrio e del piacere della buona tavola.

Inoltre è possibile ricevere massaggi shiatsu o ayurvedici.

LOCANDINA

La Casa della Pace si trova vicino a Città di Castello e Gubbio, in Umbria, immersa tra boschi e colline.

Il seminario sarà tenuto da Santi Borgni.
Proprietario e chef di Casa della Pace, ha un’esperienza trentennale come cuoco vegetariano. L’orientamento della sua cucina è fondato sulle ricerche scientifiche che hanno indagato la relazione tra salute e dieta vegetariana e su come tradurre queste indicazioni in piatti squisiti. Su questa base sono state scelte, modificate ed elaborate molte ricette italiane e internazionali.

Costi:
Il costo totale del corso con soggiorno è di 240 euro per i tre giorni.
Comprende l’alloggio in camere doppie, i pasti, le lezioni di cucina e le altre attività.
Supplemento di 50 euro per ogni massaggio e di 30 euro per una camera singola.
Il seminario incomincerà la sera di venerdì.
L’orario d’arrivo suggerito è tra le 16 e le 19.

Informazioni:
Santi Borgni – 075 933058
[email protected]
www.casadellapace.org

La ricerca senza animali nasce dalle uova (Napoli)

10330335_969483763118945_8835649834027325658_n

Dal 5 marzo alle 10:00 al 13 marzo alle 20:00
Via Ponte di Tappia, angolo Via Toledo – Via Luca Giordano, alt. FNAC – Via Partenope, alt. Piazza Vittoria

Nonostante gli effetti dannosi di fumo, droghe e alcol sulla specie umana siano noti da decenni, queste sostanze d’abuso vengono ancora testate sugli animali. Nei giorni 5-6 e 12-13 marzo scendi in piazza con noi e dal 7 all’11 marzo vieni a trovarci in sede e firma la petizione nazionale per ottenere il divieto definitivo di questi test inutili e crudeli!

Inoltre con una donazione minima di 12 euro riceverai il nostro uovo di pasqua di finissimo cioccolato fondente del commercio equo e solidale: il ricavato sarà destinato a progetti di ricerca senza animali.

SABATO 5 e 12 MARZO DALLE 10.00 ALLE 20.00
– Via Ponte di Tappia (angolo Via Toledo)
– Via Luca Giordano (alt. FNAC)

DOMENICA 6 e 13 MARZO DALLE 10.00 ALLE 13.00
– Via Partenope (alt. Piazza Vittoria)

DAL 7 ALL’11 MARZO DALLE 17.00 ALLE 19.00
– Sede LAV di Napoli in Via Toledo n.323, piano terra

Info alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/events/679542178815493/