Testimonianza di Alberto, diventato vegano…

!cid_E0322850-D085-4552-B8DD-C28795517C32

Dariavegan pubblica la testimonianza di Alberto, che ha scelto di diventare vegano…

“Cara Daria,

ti scrivo dopo avere letto la storia di Laura, che grazie a una alimentazione vegan ha evitato un pericoloso intervento al colon. Invio con piacere la mia testimonianza, magari potrà essere di ispirazione a qualcuno.

Ho 35 anni e sono vegan da quasi tre mesi.

Prima di fare il passo, erano diverse settimane, anzi, qualche mese, che nonostante continuassi ad andare in palestra il mio livello di energia era basissimo. Ero ingrassato, avevo perso massa muscolare, ero sempre stanco, annebbiato, quando mangiavo sentivo dolore allo stomaco, ero gonfio, fisicamente facevo schifo insomma ;-)
Per recuperare le energie mi riempivo di latte miele e cereali, uova, carne, riso e un po’ di frutta e verdura (ah già, non dimentichiamo le pastiglie di Omega3, spirulina, amminoacidi ramificati e proteine).
Il medico, che non vedevo da 10 anni, mi aveva diagnosticato una gastrite e un principio di ulcera, per non dimenticare citare le coliche intestinali che mi davano qualche fastidio da un paio di settimane.

Poi è successo: girando su facebook ho visto un post che spiegava il numero spropositato di cellule somatiche (pus) contenute in un bicchiere di latte; da quel momento è partita la mia ricerca poiché consumavo di media quasi un litro di latte al giorno.
Io sono così: quando mi interesso a un nuovo argomento mi ci butto e per alcune ore o giorni sono “bulimico” nel cercare informazioni.
Ho deciso di aprire gli occhi riguardo gli allevamenti intensivi, che per anni avevo rifiutato di guardare; ho visto quello che succede nei macelli e come vengono trattati polli, conigli, mucche e maiali.
Ho letto gli effetti delle proteine animali quando vengono introdotte nell’organismo umano; ascoltato le testimonianze di Valdo Vaccaro, scoperto i Vegan Warriors (http://veganwarriors.net), letto il riassunto e guardato il video de “The China Study”, ascoltato nutrizionisti, medici, cardiologi, oncologi che ammettono che il consumo di carne non solo non è necessario, ma inutile e dannoso.

Dal giorno successivo non ho più toccato latte, carne, pesce, uova e mi sono buttato su cereali, frutta e verdura, inizialmente con uno stile un po’ avventato.

I primi 4/5 giorni il mio intestino si è riequilibrato; come si può dire in maniera educata… diciamo che si faceva sentire 5/6 volte al giorno, e la cosa non mi lasciava molto tranquillo, poi si è stabilizzato.

Dopo tre mesi ho perso, senza fare dieta ma mangiando ogni volta che ho voglia (5 volte al giorno di media) e sperimentando ricette, frullati e smoothies (li adoro!) frutta, cereali, … 9 kg (1.83m, ero 84, sono 75); mi alleno in media 3 volte a settimana, con un tipo di allenamento che richiede molte energie.

I cali di zucchero legati a giramento e mal di testa che mi accompagnavano da almeno 15 anni sono quasi scomparsi, mi sento leggero, carico di energie, in una parola: in salute.

Non è mia abitudine fare discorsi per fare cambiare idea alle persone, non l’ho mai fatto e non inizierò adesso; credo che se arriverà il momento di affrontare il cambiamento nella nostra vita ci sarà un evento che ce lo farà capire. Chi per tradizione, abitudine, gusto, paura, piacere desidera continuare a mangiare carne, latticini & co è assolutamente libero di farlo, l’unica cosa che voglio fare è aggiungere la mia testimonianza. Sono un baby vegan, lo so, e alcune persone mi dicono che si tratta di un periodo e che passerà, che oggi è di moda. Io penso solamente a vivere, istante per istante, senza curarmi di loro ma facendo quello che mi fa sentire bene e questo può farlo ognuno di noi.

Un caro saluto a tutti”
Alberto

Una risposta a “Testimonianza di Alberto, diventato vegano…

  1. Complimenti Alberto,
    già solo per il fatto che pensi con la tua testa e che non ti accontenti.
    Ti faccio tanti auguri : D

Rispondi